mamamulive

il Blog del Mamamu. Diario di bordo.

2/11/2007

....dipendesse da me, farei di tutto per poterti legare...

Hey,
I aint never coming Home
Hey,
Ill just wander my Own road
Hey,
I cant meet you here tomorrow
Say goodbye dont follow
Misery so hollow

Hey you,
youre livin Life full throttle
Hey you,
pass me down that Bottle, yeah
Hey you,
you cant shake Me round now
I get so lost and dont Know how
And it hurts to care,
im Going down

Forgot my woman,
lost my Friends,
Thinks Id done and where
Ive been Sleep in sweat the mirrors Cold
See my face its growin Old
Scared to death no reason Why
Do whatever to get me by
Think about the things
i Said
Read the page
its cold And dead
Take me home
yeah Take me home
Take me home
Take me home yeah!
Take me home....

12/19/2006

12/16/2006

[I look at you all, see the love there, thats sleeping]



[....]

Parlavamo dello spazio tra tutti noi
e delle persone, che si nascondono
dietro un muro d'illusione,
non permettendo alla verita' di albeggiare,
è già troppo tardi
quando non ci saranno più.

Parlavamo dell'amore che noi tutti potremmo diffondere,
quando trovato, dovremo provare
e "fare del nostro meglio per trattenerlo".

Con il nostro amore.
Con il Nostro amore .
noi potremmo salvare il mondo.
Se loro solo sapessero.

Se solo noi sapessimo....

ps: il pezzo cmq si chiama within you without you.
ps2: odio youtube. Da oggi diffondo a palla. Questo pezzo fa parte di Love. Ti interessa Love? Mandami una mail and a splendid time is guaranteed for all :)

11/24/2006

e adesso come la mettiamo?


iihihihih

8/28/2006



Stamattina avevo di quell'ingiustificato ed incoerente bisogno di profonda filosofia o di un maturo consiglio di vita. Sono scesa a cercare un libro che mi illuminasse.
Avevo però dimenticato il portafoglio e quindi già sapevo che non avrei potuto comprare qualcosa di Kant e neanche di Hegel. Avevo solo una banconota da dieci euro e quando mi ero decisa ad acquistare una raccolta in CD di Gennaro D'Auria mi sono accorta che la banconota era sgualcita e impresentabile.
Affondo le mani nel profondo della mia tasca come uno psicologo ti tira fuori quello che neanche tu sapevi di avere e...

Trovo un euro e settantacinque centesimi.
Chiedo al commerciante cosa potevo comprare a quel prezzo e mi indica una bancarella distante una decina di metri. La trovo subito. Una coperta stesa a terra con una trentina di libri. Dal sussidiario anni ottanta alla guida veloce per Commodor Vic 20. Cerco qualcosa che mi potesse illuminare ma niente finché sotto al libro La storia di Pulcinella vedo un libro dal titolo di carattere palesemente filosofico: "La vita è 'nu panino... ...Se te lo mangi seduto tanto vale vai 'o ristorante".
L'autore non lo conoscevo, un certo A. Ricci.
Lo sfoglio ed in una pagina centrale leggo le parole che volevo sentirmi dire:

"...mo m bevo 'na bella Peroni e cerco nu post chine 'e stelle pe ffà nu bellu rutt n'cielo. Po... me vac a fà na bella pisciata 'ca front appuiata nfaccia 'o sciaccuone e me vac a cuccà. E chi sta meglie 'e me? Non lo so. Tu 'o ssaie? No? E k ce ne fott? Nient.

8/27/2006

Sleepy Program

8/20/2006

...da_non_credere, ed infatti non credo. E quel cazzo di scoglio che tenta ancora di arginare il mare...e john coltrane. Colpa di questo scirocco...


...da_non_credere.
Nel 1961 Mina fu censurata perchè si toccava le labbra per fare bo-o-lle mi-i-lle bo-o-lle blu'.
Sapore di sale, invece, è considerata la prima canzone con chiari (!) ed espliciti (!) riferimenti sexual della musica italiana non censurata. Sarà per il sapore delle labbra, o quello della pelle, o quando esce dall'acqua e torna vicino tra le sue braccia.
Era il 1964, Gino Paoli, arrangiamento di Morricone, con un Giovanissimo Gato Barbieri al sax.
Maurizo Costanzo ha scritto se telefonando, Malgioglio "ancora", di mina.
Di conseguenza Mina è grande.
A proposito di pakistani, in italia il "diritto di famiglia" non è più in uso dal 1981.
...da_non_credere.
una volta sono stato travolto.
credo sia forse l'unica.
Ma proprio nn ne potevo fare a meno.
E certe volte mi torna quel retrogusto amaro
delle cose dette e quelle non dette, delle paranoie,
del tempo perso. Delle carezze non date.
Ma non credo di avere rimpianti.
Anzi mi sono divertito. E tanto.
Ma mio dio che spettacolo.
Impossibile nn guardare.
Quando rideva, quando dormiva,
quando sempre.
E quel cane ridicolo sul cruscotto.
...da_non_credere.
...e più mi sforzo di non credere
più inizio a crederci.
ok, basta. forse non era un buon legno norvegese.

ps: prometto che nn capiterà più!
a presto
g.x