mamamulive

il Blog del Mamamu. Diario di bordo.

4/30/2006

...Le Ipo-[senso fondamentale di basso, minore, inferiore] >Crisi e>Crisie, poi Emilio, gli Unni ed il Velvet [noUnderground]. E Rocky Racoon, oh boy.


Il pezzo "postato" nel mio ultimo post era: John Barleycorn [Must Die] dei Traffic, dall'album John Barleycorn, 1970.
E' da un pò di tempo che qualcuno mi mette i freni. Ok. Recupererò.
> Iniziando, john Barleycorn è una canzone [o poesia. come vuoi] tradizionale scozzese del 1600.
Di conseguenza non è stata scritta dai Traffic . Ovvero Almeno spero. <
Perchè John Barleycorn deve morire, deve essere ucciso?
Il significato letterale del testo è abbastanza chiaro, una allegoria della produzione del whisky, nettare in cima ai desideri degli inglesi [la droga], dalla semina fino al raccolto; ma perché, ancora, il piccolo John Barleycorn deve essere ucciso, e perché in questo modo brutale? E dopo essere diventato un uomo?
John Barleycorn è la impersonificazione dello "spirito del grano", che si trova in tutte le società agricole fino dalla preistoria, a volte in forma maschile a volte in forma femminile (la madre del grano). Lo spirito del grano è la spiegazione mitica del mistero contenuto nel continuo rinnovarsi della vita: dai semi del grano vecchio (che muore) nascerà l'anno successivo il nuovo raccolto. E la nascita del grano nuovo, e quindi del cibo, fonte principale e quasi unica di sostentamento e vita nella civiltà contadina, non era certo un fatto secondario, e giustificava attenzioni particolari, fino in alcuni casi a sacrifici propiziatori rituali, in alcuni casi anche umani, o, più tardi, a rappresentazioni allegoriche degli antichi sacrifici.
Perché lo spirito del grano doveva morire? Era una metafora del ciclo della mietitura, il grano crescente doveva essere mietuto, quando finiva era finito il raccolto, il mietitore che mieteva l'ultimo covone simbolicamente uccideva il raccolto di quell'anno, e quindi uccideva lo spirito del grano, e quindi in qualche modo prendeva su di sé la sventura della fine della vita, della morte.
Ma lo spirito sarebbe rinato. (RINATO!) l'anno dopo, bastava sincerarsi che morisse in modo certo per garantirne la rinascita, e quindi doveva essere inscenata una uccisione simbolica e inappellabile.
Ok, per chi è arrivato fino in fondo al baratro [e se lo merita], il pezzo lo trova al seguente link [pienamente responsabile e pirata e cosciente del fatto che è una azione del tutto indipendente e Mia personale...] LINK , se vi va, ovvio [anche se ci hanno detto, andate, riproducete e diffondete..ma qua ormai questi hanno vietato tutto....]
Il pezzo "nuovo" postato non ha nessun significato [anzi è una semplice Silly Love Song]... Ma semplicemente, un cifra di domeniche fa, mentre aspettavo qualcuno in macchina [di Rino], Lo ascoltavo, circa le cinque del pomeriggio, a palla. Quando un tipo, sopra i cinquanta, sicuro, in una via dell'Arenella e con la moglie/compagna distante e con un passeg(g)ino occupato da una bambina pestifera, mi si "accosta" prudentemente e mi chiede "Ma questo non è XXXX XXXXX di XxXXX xXX XXXXX?" Ed io, sorpreso, " oh yes man!"; E lui, sciolto swinging, conclude "Tu non puoi avere idea che scopata mi hai ricordato!". E va, lasciandomi, abbastanza bloccato.....
Ok, Felice. Cazzo!
Ho aiutato a ritrovare un ricordo!
E se ho fatto male o semplice, non era il caso.........

> If you Should Love me, Ten Years After, "LP" Shhhhhhhh! [1969].

4/27/2006

live @ MAMAMU 06.05.06







SONGS FOR ULAN
& CESARE BASILE

4/23/2006

...il ciliegio, la tipa con la gonna [mini] rossa a quadroni ed il cortisone con due rum a coprire, ed in più emiliano...


....salve, sono "una matricola" o uno nuovo, in slang potrei anche essere un "new kid on the block", anche se non tanto più kid.
Questa sera volevo dare i numeri, ed invece mi sono dovuto fermare. Prima regola del gioco, rispetta le regole e poi, gioca.
Mi piace troppo quando mi perdo. Ma ciò è fuori contesto.
Volevo, avrei voluto, ma in fondo non ho voluto, "aprire" una rubrica tipo "etimo", cioè un "posto" dove le parole trovavano le origini del proprio senso compiuto. Considerare ad esempio, [credo sia di un romanticismo tremendo] deriva da con+siderale, in quanto il cielo in antichità era l'unico punto di riferimento sia in mare che in terra; anche se, secondo alcuni, deve essere interpretato partendo dall'opinione che avevano gli antichi, secondo i quali i destini degli uomini dipendevano dalle stelle. Oppure Berlusconi, da Berlusco, dal latino bis-luscus, due volte losco [!].
Però poi ho pensato, [si perchè effettivamente penso troppo] di fare troppo la figura dell'intellettuale post-diessino-ulivista-ancoraconlasciarpamonocromaticadilana [Questa l'ho rubata a dp. [superbatterista incredibilmente tu-tu-tra-tra] ammetto].
E non è che me ne fregasse poi tanto, in realtà. Ma esiste un sito [anche altri, ovvio] che vi consiglio: www.etimo.it, che sicuramente è molto più preparato e preciso e tutto di me.
Eppoi, ragione pura, sono un fanatico. La musica, il rock. Non inteso come Rock and roll tipo billy haley e le sue comete o buddy holly o hard rock o pop rock o altre stronzate alla bertoncelli o alla castaldi. Parlo di energia. Di voglia di dire, di stupri di chitarra, di acquerelli [blackbird/don't follow/johnbarleycorn], di groove..., di feed, feeling, dischi consumati, copertine, odori e rumori di un lp o cd appena comprato ed aperto un metro dopo pagato. O quel jack che entra dentro. Oppure proprio quella cazzo di canzone...
Ok, mi sto "allungando" e si è anche addormentato un piede.
La mia idea/rubrica sarà semplicemente questa: "FRESH GARBAGE", una rubrica che parla, discute, scopre quel pezzo o quel maledetto disco. Ovvio che è gradito e ricercato qualsiasi contributo. Una sola cosa, poiche molto è leggenda, cerchiamo di documentarci.
Ok[2], le ultime (giuro) cosine. Fresh garbage è una gran bella canzone degli spirit. Vi avviso, Sono un superfanatico dei Beatles [per fortuna quel giorno ho trovato quel disco!]. Chiedo una supercollaborazione ad enzoZA e cituz. Mi potete trovare su Messenger [gixmusella@hotmail.com]. Chiuderò ogni post con una canzone.
bye.

> John Barleycorn [must die] - The Traffic, 1970.

4/22/2006

avviso

DOMENICA 23 APRILE IL MAMAMU RESTERA' CHIUSO

libricino maggio

Stiamo raccogliendo il materiale per il libricino di maggio, potete inviarlo via e-mail oppure portarlo al Mamamu entro il 28 aprile
L'ultima serata di sonoracconto si terrà invece il giorno 18 maggio.
Ringraziamo tutti per la partecipazione e la collaborazione sia al libricino che alle serate di Sonoracconto.

4/20/2006

proverbi

l'occhio del padrone ingrassa il cavallo

4/19/2006

jena for hollywood

Tom Cruise ha dichiarato che mangerà la placenta del suo bambino. Un comunista new age.

4/18/2006

SaLa PrOve aL MaMaMù


Si è accennato di una sala prove. Bene. Infatti tra un po’ esisterà e sarà possibile prenotare due o tre ore (ma anche di più) dello spazio Mamamu adibito alle prove per i gruppi del Mamamu ma naturalmente anche ai gruppi esterni. Con una telefonata sarà possibile conoscere i giorni e gli orari disponibili sul calendario per le prove e definire un appuntamento in un orario preciso. Con un po’ di chiarezza ed intesa questa cosa può avvenire anche con un sms o passare semplicemente per il mamamù e guardare il calendario. Per i giorni che vanno dal Lunedì al Mercoledì le prove saranno possibili dalle 10:00 fino a mezzanotte, mentre dal giovedì al sabato fino alle 20:00, non oltre perché il locale si prepara ad aprire al pubblico come tutti sanno e quasi sempre ci sarà band che dovrà cominciare a montare i propri attrezzohps! …i propri strumenti volevo dire…! Comunque, chiunque voglia altre informazioni a riguardo mi puo’ chiamare o scrivere una mail, oppure può passare al locale e parlare di persona con me. Penso di essere stato chiaro ed educatissimo come non mai.
Ma una parolaccina la devo dire…Capocchia.

Alessandro Ricci - 3495090771
sceneggiare@yahoo.it

4/16/2006

auguri (retorici) di buona "Pascqua"
























anche il quartiere, nella persona di EMILIO RANAVOLO, ci ama un pò

4/15/2006

Il caso Kiò Kiò



Ora facciamo un test di intelligenza.
Prendete una banana poi prendete una sedia...anzi no, la sedia la prendete dopo, prendete prima uno spago, anzi no, prendete due metri di spago, anzi prendete prima delle forbici così potrete tagliare lo spago. Fatto? Ora legate questi due metri (ma non devono essere due metri precisi) al lampadario per un capo facendo un nodo qualsiasi. Noterete che l’altra estremità penderà verso il basso. Bene. Sono contento. Ora prendete la banana e legatela allo spago più in alto possibile cercando di stare in punta di piedi. Fatto? Ora prendete una sed... Ops! Stavo per svelare il trucchetto... Ora, quello che vorrei chiedervi, come si fa a prendere la banana visto che è stata legata molto in alto? Questo non è un test che ho inventato io ma l’ho visto in un documentario. Con questo test si è riuscito a comprendere tantissimo del caso Gerardo ‘o russ. Ultimamente l’interesse maggiore e quindi gli studi, si sono spostati però sul fenomeno “Kiò Kiò” che sarebbe poi nient’altro che il nome (che ha evidenti origini etiliche) del fratello di Gerardo ‘o russ. Il fenomeno Kiò Kiò ha incuriosito nell’ultimo deccennio i più noti scienziati americani e tedeschi. Qualche psicologo che (con la scusa di parcheggiare) ha avuto contatti col fenomeno Kiò Kiò, tornato a casa, si racconta che abbia preso un paio di testi di Freud e li abbia stracciati pagina per pagina per ricominciare gli studi partendo da zero dallo studio della clava in tutti i suoi molteplici aspetti. Kiò Kiò quindi, si presenta, tranne nei suoni adottati per comunicare e nella postura, molto simile ad un uomo (probabilmente di sesso maschile) e ciò è dimostrabile dal fatto che la sua peluria è maggiormente sviluppata sul volto e sulla testa come nei primi esempi umani dell’era glaciale. Questa nella foto è invece una specie molto più evoluta del caso Kiò Kiò, si chiama Cittadinum Mediocrum annanze ‘a Televisionum, e si muove solitamente in gruppo sulle spiagge appropriandosi non di posti auto ma di posti al sole (e non a caso la Rai ha dedicato a questa specie un’infinita serie a puntate tenendo molto in considerazione il cuoziente intellettivo dei fruitori del prodotto) . Dal crocifisso di notevole misura e dal baffo curato ed elegante, si può notare che questa specie, a differenza del caso Kiò Kiò, è caratterizzata maggiormente da una spiccata vanità e da uno spirito particolarmente religioso e contraddetto allo stesso tempo da un evidente senso del possesso che accomuna entrambe le specie.

Sala prove al mamamu...?

................bZ......Bz........Bzzz..........bZzzzZ......

4/12/2006

Webbomastro/ Isognisondesideri

Giovedì 13 aprile ci sarà Sonoracconto.

4/06/2006

jena for love


Durante una trasmissione a Sky, il premier spiega di essere "la persona più buona che esiste, tollerante, chi bussa la mia porta la trova sempre aperta. Io aiuto i poveri, ho amore per tutti, sono una persona che unisce", dice Berlusconi. "Forza Italia è il partito dell'amore".
Per avere anche tu piú amore, vota Forza Italia. Vota l'amore, bussa alla sua porta con noi.

jena for highlander


Berlusconi: "con me si vive di piú"
"Sotto il mio governo ho l'orgoglio di aver determinato probabilmente anche con certi interventi nella sanità, un incremento delle aspettative di vita dai 78 agli 80 anni. Per le signore poi dagli 81 agli 83 anni... però, tutti sappiamo che puntiamo a cento anni. Io ne sono assolutamente convinto".
Per una vita oltre le tue aspettative, vota Forza Italia. Vota per un futuro piú lungo.
Vota per avere piú longevitá per tutti.

4/03/2006

news

sabato 8 aprile
live at mamamu

---the BID unplugged indie rock
----+----
---AME folk sperimentale

jena

Un anno fa è morto il Papa, purtroppo se n'è fatto un altro.

LINK

www.largobaracche.com

4/02/2006

mamaparticolari IV















INDOVINA LA SCELLA MISTERIOSA!!!

mamaparticolari III

















i posti di comando
installazione (metallo plastica legno spugna vilpelle mattonimozziconi)
GERARD O'RUSS & CHIOCCHIO

Un folkabbestia nello spazio




decalive


Ecco la foto del pianista al quale marco parente ha fatto da supporto alla fnac:
Dieghenberg , il grande decamusicista.